domenica 14 marzo 2010

E' andata come doveva andare...






Non avevamo obbiettivi, ma solo una speranza: finirla!
E l'abbiamo finita, anche se con molta fatica ed un tempo, almeno per me, inguardabile: 2h04'54''.
Un tempo infinito, considerando che questa di Civitanova è forse l'unica mezzamaratona piatta che si può trovare in zona.

Primo giro: abbastanza bene, cerco di correre rilassata, senza pensieri, senza guardare i km nè il tempo, perchè lo so che è lunga e io non ho nelle gambe 21 km, ma non voglio preoccuparmene prima che la situazione si faccia veramente dura.
Osservo la gente intorno che corre con me e quella sui marciapiedi, cerco di non guardare troppo davanti per non farmi scoraggiare dalla lunghezza infinita del lungomare.

Secondo giro: se fosse il terzo sarebbe meglio, inizio a sentire la stanchezza. Al decimo guardo il tempo: 53' precisi, penzavo peggio, ma siamo solo a metà (anzi un po' meno).
Il lungomare mi sembra non finire più.
Ho deciso di non provare nemmeno ad articolare un pensiero positivo, tipo "Dai che metà l'hai passata", perchè mi sarei risposta che "La seconda parte è peggio della seconda", oppure "Un passo alla volta si arriva"...tanto sarebbero pensieri inutili e faticosi.

Terzo giro: si corre sulla colla e smetto di pensare a qualunque cosa.
Poi al 18 km incrocio dall'altra parte Giovanni che ancora corre e mi ricordo perchè sono lì: finire ed è quello che sto facendo.
I probiviri agli incroci iniziano a dare segni di insofferenza, le signore in pelliccia e con il tacco comodo 2,5 cm in uscita dalla messa vanno veloci più di me, il corso è animato dal pigro passeggio domenicale, le macchine iniziano a strombazzare contro il prolungarsi della viabilità modificata...

In mezzo a tutto questo arrivo io, mentre sul palco stanno già premiando le donne.

9 commenti:

Master Runners ha detto...

Odio i 'giri'
Comunque complimenti lo stesso, anche se non avevi la pelliccia! :)

franchino ha detto...

La speranza iniziale si è comunque avverata. Brava Cristina! Correre sulla colla?!

Daniele ha detto...

E' andata come doveva andare... quindi bene, no? :-)

Nick.12 ha detto...

Con questo piattume dovevi andare più forteeeeeeee, scherzo, anzi no, ti puoi applicare e fare meglio :-)
Ciao Nick

ciro foster ha detto...

BELLA LA FOTO! sI, I GIRI SON ODIOSI, CMQ L'IMPORTANTE È STARE BENE E DIVERTIRSI IL PIÙ POSSIBILE (DOMANI POSTO IL RESOCONTO DEL DUATHLON DI OGGI)CIAO!

GIAN CARLO ha detto...

Dai sei stata brava

Cristina ha detto...

@Master: vedi scritto 18 km e invece sei nemmeno al decimo...uno strazio!!

@Franchino è una sensazione che tu non conosci, visto come vai veloce!!

@Daniele: la metto nell'elenco delle cose fatte, meglio una in più che in meno..

@Nick: non c'è mai fine al peggio, ma visto i pochi km che ho corso nelle ultime settimane, arrivare è stata già una gran cosa.

@Ciro: divertirsi e faticare come ieri sono due cose difficili da mettere insieme. La foto è stata fatta prima della partenza: dopo c'era poco da sorridere.

@Giancarlo: troppo buono, ma ho quasi fatto peggio della Rimini-Montescudo che è tutta in salita per quasi un terzo del percorso..

....comunque si guarda già avanti a domenica prossima!

Furio ha detto...

Il tuo gatto sembrava suggerirti qualcosa.. ma tu imperterrita l'hai finita :-)

Cristina ha detto...

@Furio: hai ragione, voleva dirmi che sarei finita a zampe all'aria per la fatica!!