martedì 29 aprile 2008

questa settimana:

Dopo i 50' di Corsa Lenta + 5allunghi, di ieri, domani 40' con dentro 4x1000 e venerdì mezzora leggera con qualche allungo finale.
Niente bici, niente eccessi di cibo,alcol, ecc.. neanche il 1°maggio
Riposare il più possibile (dopo il lavoro)

CONSIGLI PER RIPOSARE MEGLIO

ALLA BASE Dl UN RIPOSO SANO C’È SICURAMENTE UN BUON MATERASSO. MA NON BISOGNA TRASCURARE ALTRI ASPETTI PER OTTENERE LE CONDIZIONI OTTIMALI DEL DORMIRE. SE PENSATE CHE A LETTO SI TRASCORRE UN TERZO DELLA VITA, POTETE DEDICARE POCHI MINUTI A QUESTI PREZIOSI CONSIGLI.

DORMIRE COPERTI COSI

Molti ricercatori asseriscono che la condizione migliore per ritrovare lo stato naturale di libertà psicofisica durante il sonno è quella di dormire nudi. Ma se per qualche ragione non potete fare a meno di coprirvi vi suggeriamo di utilizzare, durante il riposo, indumenti ampi e comodi, realizzati in tessuti naturali e leggeri. Da evitare assolutamente cinture strette e colli abbottonati, per favorire un sonno tranquillo e la circolazione sanguigna di tutto il corpo.

COME ORIENTARE IL LETTO.

Dormire con la testa rivolta a Nord è una regola di saggezza orientale. Non è fantasia. E’ stato infatti dimostrato scientificamente che in questo modo la pressione arteriosa scende al minimo e la respirazione risulta più libera.
Controprova: basta ruotare il letto di 9Q0 verso Ovest, per constatare una maggiore pressione: nemica numero uno di un sonno profondo e ristoratore.

I COLORI E IL RESPIRO DELLA NOTTE.

Aria fresca e colori tenui in camera. Per dormire bene l’ambiente dev’essere dipinto con colori estremamente rilassanti (ma non deprimenti), come il verde e l’azzurro pastello. Al contrario, toni vivaci come il giallo, il rosso vivo o carte da parati con eccessive fantasie possono ostacolare la naturale induzione del sonno.
E’ importante anche che la stanza da letto sia costantemente aerata. L’ideale sarebbe lasciare anche durante la notte una finestra socchiusa (ovviamente evitando che si creino correnti). Se questo non fosse possibile, aerate bene prima di concavi, abbassando di almeno 3 gradi la temperatura che tenete normalmente durante il giorno.

LUCI SOFT COME AL TRAMONTO

Per agevolare l’arrivo del sonno, abbassate gradualmente l’intensità della luce in camera man mano che si avvicina l’ora di conicarvi.
Alle luci centrali preferite una lampada alle vostra spalle, con dispositivo ad intensità variabile. Ugualmente al mattino, fate penetrare la luce del giorno piano piano senza serrare persiane o tapparelle. Ognuno potrà trovare la giusta misura di questa precauzione a seconda delle stagioni.

(Fonte Dorelan)

2 commenti:

Max ha detto...

In bocca al lupo per la Collemar-athon di domenica....mi raccomando, voglio un tempo <= a quello di Reggio !

fabiodelpia' ha detto...

Grazie Max! Crepi!! Non son sicuro di far meglio ma sicuramente non tribolerò tutto quel freddo...
Ciao.